Civile

Spazio al licenziamento per «competitività»

di Giuseppe Bulgarini d'Elci

La legittimità del licenziamento per giustificato motivo oggettivo non è condizionata dalla necessità di fronteggiare un andamento economico negativo o di rientrare da spese notevoli di carattere straordinario, potendo il riassetto aziendale essere stato legittimamente determinato dall’obiettivo di salvaguardare la competitività nel settore in cui l’impresa opera. In questo contesto, prosegue la Corte di cassazione con sentenza n. 25201 del 7 dicembre 2016, risulta legittimo il recesso datoriale giustificato con l’esigenza tecnica di rendere più snella la catena ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?