Civile

Adozioni, la morte non blocca l’accesso ai dati della madre naturale

Francesco Machina Grifeo

Per chi è stato adottato, la morte della madre naturale non si può tradurre nella definitiva perdita della speranza di conoscere le proprie origini biologiche. La Corte di cassazione, con la sentenza 9 novembre 2016 n. 22838, al termine di una articolato ragionamento, ha riconosciuto il diritto di una donna ad accedere alle informazioni relative alla propria madre naturale nonostante ella avesse chiesto, ai sensi di legge, di mantenere l'anonimato. La vicenda Prima il Tribunale dei minorenni ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?