Civile

L'usucapione comunale non è interrotta dalla mera volontà contraria dei proprietari

di Paola Rossi

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

Non basta reagire all'uso pubblico di una strada privata per interrompere il termine ventennale dell'usucapione da parte del Comune. La Corte di cassazione con la sentenza n. 21015/16, depositata ieri, nel dare ragione a un Comune cui era stata negato l'acquisto della servitù di passaggio per avvenuta usucapione, ha chiarito che gli atti interruttivi sono solo quelli tassativamente indicati dal Codice civile e cioè quelli giudiziali messi in campo proprio per contestare il diritto di servitù. In questo caso ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?