Civile

Riconoscimento dello status di rifugiato alla vittima di persecuzione perché omosessuale

di Giuseppe Buffone

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

Per ottenere il beneficio della protezione internazionale a causa della propria condizione omosessuale, il richiedente non può limitarsi ad esibire un racconto contraddistinto da genericità e stereotipia dovendo offrire allegazioni specifiche, concrete e chiare anche per consentire al giudice di attivare i propri poteri officiosi. La Suprema Corte di Cassazione, con la sentenza n. 16361 resa il 4 agosto 2016, torna ad occuparsi di onere della prova che il richiedente deve soddisfare al fine di vedersi riconosciuto lo status ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?