Civile

I difficili rapporti tra Adr e condominio

di Luigi Salciarini

Questo approfondimento prende l'avvio dalla constatazione che nella mediazione (obbligatoria, di cui al Dlgs 28/2010), qualora un condominio sia una delle parti del procedimento, è inevitabile riscontrare una peculiarità consistente nel fatto che il soggetto che concretamente partecipa alle “trattative” e che, eventualmente, sigla l'accordo di conciliazione non è quello direttamente interessato dalla definizione bonaria della controversia, bensì il suo rappresentante legale (l'amministratore pro tempore); per di più tale soggetto è incaricato di rappresentare un “ente” privo di personalità ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?