Civile

Sovraindebitamento, protezione debole per i beni del debitore

di Claudio Ceradini

Con provvedimento del 6 luglio 2016, il Tribunale di Firenze dichiara inaccoglibile la richiesta - formulata in sede di ammissione alla procedura da sovraindebitamento (legge 3/2012) - di revoca della aggiudicazione a terzi già intervenuta di beni del debitore, nell’ambito di una procedura esecutiva individuale precedentemente radicata. Rimangono quindi validi gli atti occorsi nel corso del processo esecutivo e sino alla relativa estinzione o sospensione. Il provvedimento non è di per sé innovativo rispetto all’orientamento dell’ultimo decennio della ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?