Civile

Il giudice non entra nel merito del diniego di autotutela

di Luca Benigni e Gianni Rota

In caso di atto impositivo divenuto definitivo a seguito della mancata o tardiva proposizione del ricorso, il giudice tributario non può obbligare con sentenza il fisco all’annullamento in autotutela, perché ciò costituirebbe un’indebita ingerenza nell’attività amministrativa. Queste le conclusioni della Ctr Lombardia, sentenza 4273/30/2016 (presidente Venditti, relatore Ramondetta), depositata il 19 luglio scorso. Il giudice tributario può giudicare anche le controversie riguardanti gli atti dell’amministrazione emessi attraverso l’esercizio dell’autotutela tributaria senza però poi entrare nel merito della pretesa ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?