Civile

Pensione di reversibilità, la ripartizione tra coniuge divorziato e superstite non dipende solo dalla durata dei matrimoni

di Andrea Alberto Moramarco

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

In caso di concorso tra coniuge divorziato e coniuge supersite aventi entrambi i requisiti per la pensione di reversibilità, la determinazione della quota del trattamento ad essi spettante deve essere effettuata sulla base non solo della durata legale dei rispettivi matrimoni, ma anche prendendo in considerazione quegli altri elementi correlati alla finalità solidaristica sottesa alla pensione di reversibilità, come la sussistenza di un assegno di mantenimento, l'eredità e condizioni economiche di entrambi. Tale regola è stata ricordata ed applicata ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?