Civile

Il padre che riconosce falsamente il figlio e poi si pente lo deve risarcire

di Giuseppe Buffone

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

Con la decisione in commento, il tribunale di Milano consegna un precedente particolarmente inedito, destinato ad avere seguito e già invero accompagnato da alcune pronunce conformi in giurisprudenza: il padre che, a distanza di anni dal riconoscimento, impugni la veridicità dello stesso, è tenuto a risarcire il danno in favore del figlio falsamente riconosciuto. Questo in sintesi il principio espresso con la sentenza 27 aprile 2016. Falso riconoscimento del figlio: si al risarcimento del danno - Va premesso ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?