Civile

Nella crisi d'impresa esclusa la revocatoria per gli atti di risanamento

A cura della redazione plus plus 24 diritto

Il piano di risanamento ai sensi dell’articolo 67, lettera d), della Legge fallimentare è nel genus delle convenzioni stragiudiziali adottate dall’imprenditore per rimediare alla crisi d’impresa. Ciò si giustifica con la volontà del legislatore di incentivare recupero della capacità di stare sul mercato e far fronte regolarmente alle obbligazioni, esaltando il valore della continuità aziendale. In tale prospettiva è giustificata l’esenzione, per gli atti esecutivi del piano di risanamento, dall’azione revocatoria fallimentare ed ordinaria. Corte di cassazione, ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?