Civile

No all'addebito della separazione al coniuge che dopo le nozze scopre di essere omosessuale

di Antonino Porracciolo

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

La separazione non può essere addebitata al coniuge che durante il matrimonio scopre di essere omosessuale. È questo il principio affermato dal Tribunale di Perugia (presidente Criscuolo, relatore Miccichè) in una sentenza pubblicata lo scorso 30 maggio.Le parti in lite si erano sposate nel 1987. Nel 2010 la moglie ha chiesto la separazione, deducendo che il rapporto si era deteriorato nel corso degli anni. Dal canto suo, il marito ha affermato che la crisi del matrimonio era dovuta ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?