Civile

L’allaccio abusivo dell’inquilino è «furto aggravato»

di Paolo Accoti

Risponde di furto aggravato (articolo 624 del Codice penale) l’inquilino moroso che si allaccia abusivamente all’impianto idraulico del condòmino. Secondo il Tribunale di Trento risponde di tale reato, furto aggravato, l’inquilino che, con più azioni esecutive di un medesimo disegno criminoso, si impossessa dell’acqua calda, utilizzandola sia a fini sanitari che di riscaldamento, prelevandola dall’impianto idraulico di pertinenza del proprietario/condòmino. A causa dei mancati pagamenti del canone idrico, infatti, il proprietario dell’appartamento si vedeva costretto ad incaricare i ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?