Civile

Rimborso lavori, nessuna chance per il conduttore se il contratto lo esclude

Francesco Machina Grifeo

In una locazione non abitativa, il conduttore non può chiedere la ripetizione delle spese sostenute per interventi strutturali sull'immobile, anche se ritenuti urgenti per la staticità del fabbricato, se le clausole contrattuali escludono espressamente ogni diritto al rimborso. Lo ha stabilito la Corte di cassazione, con la sentenza 26 maggio 2016 n. 10896, rigettando il ricorso di una Srl subentrata nel contratto originario. I fatti - La società aveva chiesto il rimborso delle «ingenti spese» sostenute per «per ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?