Civile

Assegno di divorzio, le mutate condizioni vanno provate

di Giorgio Vaccaro

È rischioso chiedere al tribunale di ricontrattare l’assegno divorzile se non si può dimostrare il mutamento delle condizioni. Perché se la domanda viene rigettata, oltre alla condanna alle spese in favore della parte processuale vittoriosa, scatta, per chi soccombe, l’obbligo del versamento all’Erario di una somma pari all’importo del contributo unificato. È quanto emerge da un decreto della Corte d’appello di Roma, del 1° marzo scorso. Le conclusioni trovano fondamento giuridico nell’articolo 156 del Codice civile che, con ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?