Civile

Sinistri gravi, studenti: va risarcita la perdita della capacità lavorativa futura

Francesco Machina Grifeo

Se il danno subito da uno studente in un sinistro stradale produce un'invalidità «non lieve», il giudice non può ricondurre la menomazione della futura capacità lavorativa subita dal minore all'interno del danno «non patrimoniale» ma deve quantificarla separatamente, anche se non è provata la perdita di chance rispetto ad una specifica professione. Lo ha stabilito la Corte di cassazione, con la sentenza 24 marzo 2016 n. 5880, accogliendo sotto questo profilo il ricorso di un ex studente di ragioneria. ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?