Civile

È nulla la sentenza scritta a mano se si presta a interpretazioni diverse

Francesco Machina Grifeo

È nulla la sentenza redatta a mano qualora l'interpretazione non sia univoca ma si presti a letture fra loro discordanti. Lo ha stabilito la Corte di cassazione, con la sentenza 10 marzo n. 4683 , affermando che «la motivazione della sentenza è mancante non solo quando essa sia stata materialmente omessa, e non solo quando il testo della sentenza, scritto a mano, è assolutamente indecifrabile, ma anche quando la scarsa leggibilità di essa renda necessario un processo interpretativo del ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?