Civile

Il titolare dell'impresa risponde dei danni del preposto anche se non è un dipendente

Francesco Machina Grifeo

Il titolare della impresa risponde sempre dei comportamenti di chi abbia preposto a condurre i propri affari anche in assenza di un rapporto di lavoro subordinato. Ai fini della tutela dei terzi, infatti, quello che conta è l'«apparenza», vale a dire le condizioni oggettive poste in essere dal preponente, a prescindere da una sua colpa specifica riguardo l'accaduto. Sulla base di questo principio, la di Corte d'Appello di Lecce, con la sentenza 9 giugno 2015 n. 405 , ha ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?