Civile

Sinistri stradali, resta possibile l'azione diretta se il danneggiante è contumace

Francesco Machina Grifeo

Sì al cambio di strategia in corsa se il responsabile del sinistro rimane contumace. La vittima dell'incidente, infatti, non perde la possibilità di perseguire la strada dell'«indennizzo diretto» nei confronti della propria assicurazione anche se inizialmente aveva chiamato in causa pure il conducente del veicolo antagonista. Lo ha stabilito il Tribunale di Larino, con la sentenza 23 ottobre 2015 n. 330 , chiarendo che se il convenuto non si costituisce non è necessaria l'accettazione della rinuncia all'azione. Una società ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?