Civile

Appello, motivazione analitica per superare il “filtro”

Francesco Machina Grifeo

Dopo la riforma del 2012, l'atto di appello oltre ad individuare «specificatamente gli errori di diritto» per i quali la sentenza si assume viziata, deve anche espressamente evidenziare «il nesso causale tra l'errore denunciato e la decisione impugnata». In particolare, per dirla con le parole del Consiglio superiore della magistratura (parere 5/7/2012 sulla nuova normativa), esso deve contenere «un vero e proprio progetto alternativo di sentenza», così da agevolare il giudice nell'applicare il «filtro di ammissibilità», valutando la probabilità ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?