Civile

Il consenso informato è sempre scritto

di Vittorio Occorsio

Il consenso informato deve essere scritto. La Cassazione, con la sentenza 19212, si è per la prima volta espressa sulla necessità che il consenso informato sia prestato per iscritto e sull’insufficienza di eventuali consensi verbali. Il caso riguardava un intervento chirurgico eseguito per errore su un arto sano: una paziente straniera, che a causa di un incidente sugli sci aveva riportato una rottura di un legamento, si è risvegliata dall’anestesia con entrambe le ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?