Civile

Danno differenziale, no allo spacchettamento dell'indennizzo Inail

Francesco Machina Grifeo

Quando a seguito di un grave infortunio in itinere (con menomazione del 16% e oltre), al lavoratore venga riconosciuta un'“ulteriore quota di rendita” (come previsto dall'articolo13, comma 2, lett. b) del Dlgs n. 38/2000) «non per questo devono tenersi distinti gli importi che compongono il costo dell'infortunio, separando il “danno biologico” dalle “conseguenze patrimoniali”». Lo ha stabilito la Corte d'Appello di Firenze, sentenza n.1647/2015 , rigettando, sotto questo profilo, il ricorso di un lavoratore che lamentava la non corretta ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?