Civile

L'azienda paga per le molestie sessuali del manager

di Francesco Machina Grifeo

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

Il comportamento discriminatorio o molesto di un dipendente ai danni di un altro lavoratore dell'azienda, qualora sia riferibile «sia pure marginalmente o indirettamente» alle mansioni attribuitegli, comporta la responsabilità del datore. Applicando questo principio il Tribunale di Milano, sentenza 3 marzo 2015 n. 455 , ha condannato una Spa a risarcire 5mila euro a titolo di “danno non patrimoniale” per le pesanti avances subite da una addetta alle pulizie (con contratto a tempo determinato) da parte di un manager ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?