Civile

Il trasferimento del lavoratore non è sindacabile dal giudice

Se il datore di lavoro decide di trasferire un suo dipendente presso un’altra sede aziendale per ragioni tecnico-organizzative, il trasferimento non è sindacabile dal giudice. Questo in quanto il trasferimento rientra nel potere di scelta datoriale tra più soluzioni organizzative, salvo che sia diversamente previsto dalla contrattazione collettiva. Il controllo giudiziale sulla legittimità del trasferimento è limitato, infatti, al solo accertamento dell’esistenza delle ragioni tecnico-organizzative. Pertanto, se queste ultime vengono dimostrate dal datore di lavoro, il dipendente non può ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?