Civile

Risoluzione del contratto, esecutiva la condanna a restituire la caparra

Francesco Machina Grifeo

Sì alla provvisoria esecutorietà delle pronunce non definitive quando le statuizioni condannatorie non sono legate agli effetti costitutivi della sentenza da un rapporto sinallagmatico ma sono solo «meramente dipendenti» da essa. Può perciò essere riconosciuta l'esecutorietà della condanna alla restituzione della caparra a fronte della risoluzione del contratto a monte, in quanto il rapporto tra questi due momenti «è di natura meramente logica e processuale (nel senso che la restituzione della caparra trova la causa nella dichiarata risoluzione del ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?