Civile

Referendum inammissibile perché è impossibile ripristinare i tribunali soppressi

Ripristinare gli uffici giudiziari minori soppressi con la riforma della geografia giudiziaria é uno «scopo» che «non può essere conseguito mediante lo strumento referendario». Lo scrive la Corte Costituzionale con la sentenza 5/2015 spiegando perché, il 14 gennaio scorso, aveva dichiarato inammissibili i referendum abrogativi, presentati da 5 Consigli regionali, in relazione alle disposizioni sulla soppressione di 30 tribunali ordinari e delle rispettive procure, nonché di 220 sedi distaccate. Il giudici della consulta precisano che «le ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?