Civile

Il lavoratore assente dall’azienda non è dimissionario per «fatti concludenti»

di Giampaolo Piagnerelli

L'azienda non può contestare al prestatore assente dal luogo di lavoro di aver rassegnato le dimissioni in mancanza di una chiara volontà espressa dalla parte in tal senso. È quanto precisa la Cassazione con la sentenza n. 1025/2015 . Alla base della decisione una vicenda in cui un lavoratore - a fronte di un'assenza dal posto di lavoro per dieci giorni - senza fornire una formale giustificazione era stato considerato dimissionario per facta concludentia. Impossibile introdurre un ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?