Civile

AZIONE REVOCATORIA – Cassazione n. 817

L'atto con cui marito e moglie, con “contratto definito divisionale”, decidono di mutare il regime patrimoniale passando dalla comunione alla separazione dei beni. Lo scioglimento di una comunione paritaria non rende deteriore la posizione del creditore d'uno dei due comunisti, ma solo a condizione che i due lotti assegnati ai condividenti siano di valore corrispondente alle rispettive quote. Se i lotti non corrispondono al valore delle quote l'atto non è qualificabile come divisione ed è pertanto revocabile ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?