Civile

Fallimento, limiti all'azione revocatoria della rimessa bancaria

di Francesco Clemente

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

Spetta alla curatela fallimentare fornire la prova che nel “periodo sospetto”, ovvero nei sei mesi precedenti la dichiarazione di fallimento dell'azienda, la banca era a conoscenza dello stato di difficoltà economico-finanziaria dell'impresa e che le operazioni poi contestate abbiano ridotto in modo consistente e durevole i debiti nei confronti dell'istituto di credito. Quest'ultimo, in caso di revocatoria, deve eccepire tempestivamente il limite di legge sulle somme da restituire. Lo ha chiarito il Tribunale di Piacenza (giudice Gabriella Schiaffino), nella ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?