Civile

Il riferimento ad accordi della banca per la provvista non rende nullo il contratto

Non è nullo per indeterminatezza dell'oggetto il contratto di mutuo, tra una banca e un cliente, ove è fatto riferimento a un altro contratto che la banca ha, a sua volta, stipulato per procurarsi la provvista del denaro e dal quale possono derivare variazioni al rapporto contrattuale tra la banca e il suo cliente (ad esempio, in tema di tasso applicabile). È inoltre legittimo iscrivere ipoteca per una somma di importo non coincidente con il credito garantito. Sono questi ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?