Civile

Minori in affido, adozione più vicina con l'ok della commissione Giustizia del Senato

di Redazione Lex 24

Le famiglie che hanno un minore in affido potrebbero presto essere nella condizione di adottarlo, contrariamente a quanto stabilisce l'attuale normativa. Lo prevede la legge in materia di adozioni approvata, a larga maggioranza, dalla commissione Giustizia del Senato. «In sostanza cade l'attuale divieto all'adottabilità da parte delle famiglie affidatarie anche se l'affido non diventerà una corsia preferenziale», spiega la relatrice Rosanna Filippin (Pd) alla quale è stato dato mandato di riferire in Aula. «L'obiettivo – precisa la senatrice – è sempre quello di far tornare il minore nella famiglia di origine. Spesso però dopo i 24 mesi di affido stabiliti dalle norme in vigore non ci sono le condizioni per il reinserimento, il minore viene dichiarato adottabile ma, per legge, non può rimanere con la famiglia affidataria ed è costretto così ad un altro cambiamento». Dunque, se il testo diventerà legge, qualora un minore affidato venga dichiarato adottabile, la famiglia o la persona affidataria sarà considerata il principale referente ai fini dell'adozione. Una volta calendarizzato, secondo la Filippin, il Ddl non dovrebbe trovare ostacoli all'approvazione
definitiva visto il sostanziale accordo tra maggioranza e opposizione sull'argomento.


© RIPRODUZIONE RISERVATA