Civile

Assicurazioni: per il subagente infedele ne risponde la società intermediatrice

Giampaolo Piagnerelli

È la subagenzia a dover rispondere in via diretta per l'operato irregolare di un proprio dipendente. Non è, quindi, l'agenzia principale che può essere chiamata in causa in presenza di comportamenti fraudolenti operati dal subagente infedele. Lo chiarisce la Cassazione con la sentenza n. 23448/2014 . I fatti - Alla base della vicenda una richiesta da parte di clienti ingannati nei confronti di un importante gruppo assicurativo che, tuttavia, si era difeso eccependo come i prodotti ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?