Civile

Separazioni, addebito della crisi a maglie strette

di Selene Pascasi

Solo i motivi più gravi – a partire dai casi di violenza – giustificano l'addebito della separazione a carico di uno dei coniugi. Mentre non bastano l'infedeltà o l'abbandono della casa familiare per bollare il coniuge che le commette come "colpevole" della crisi. È quello che emerge esaminando le pronunce dei giudici. La giurisprudenza - In particolare, anche un unico episodio di percosse è sufficiente a far addebitare la separazione al coniuge che lo commette. Infatti, come ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?