Civile

Le ultime decisioni della Cassazione su intercettazioni, avvocati e bancarotta

di Patrizia Maciocchi

Le sezioni Unite chiariscono che, in tema di intercettazioni, la conversazione o comunicazione intercettata, costituisce corpo del reato quando integra di per sé la fattispecie criminosa e, in quanto tale, è utilizzabile nel processo penale: è questa la decisione di rilievo del deposito della Suprema corte del 23 luglio scorso. Sul fronte civile, infine, si segnala una pronuncia sugli avvocati che prestano la loro opera all'interno di un istituto di credito ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?