Civile

Il giudizio sulle chance di realizzazione spetta ai creditori

Giovanni Negri

L'autorità giudiziaria non può respingere una richiesta di concordato preventivo sulla base di ragioni di fattibilità economica, ponendosi quindi sul piano della realizzabilità. Si tratta di valutazioni che spettano ai creditori e che non possono essere "sequestrate" dalla magistratura. Queste le conclusioni cui arriva la Corte di cassazione con la sentenza n. 11497 della Prima sezione civile depositata il 23 maggio, con la quale è stato accolto il ricorso presentato da una società a responsabilità limitata contro la pronuncia ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?