Civile

Se lo sciatore è spericolato e si fa male non è colpa del gestore degli impianti

Alessandro Galimberti

Fonte: Il Sole 24 Ore Lo sci, anche quello del turista domenicale, è un'attività «intrinsecamente pericolosa» e le piste innevate sono lastricate di «possibili intrinseche anomalie», in sostanza non sono tavoli da biliardo. Ergo se uno sciatore scendendo a velocità «non consona» cade rovinosamente e va a schiantarsi contro una staccionata di legno ai limiti del tracciato, non può lamentarsi e soprattutto non può chiamare in causa i gestori della pista per chiedere il risarcimento dei ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?