Civile

La caducazione del titolo del creditore procedente non ferma l’azione esecutiva

Francesco Machina Grifeo

Fonte: Guida al Diritto Solo il difetto originario del titolo del creditore procedente impedisce che l’azione esecutiva prosegua anche da parte degli altri «interventori titolati». Il difetto sopravvenuto, infatti, consente comunque l’estensione in loro favore di tutti gli atti compiuti finché il titolo del creditore procedente ha conservato validità. Lo ha chiarito la Corte di cassazione a sezioni Unite con una importante sentenza, la n. 61/2014 , in materia espropriazione forzata. La Suprema corte, in un ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?