Amministrativo

Cds: esame avvocato, sufficiente il voto numerico per bocciare il candidato

Francesco Machina Grifeo

Fino all'entrata in vigore della riforma dell'esame di abilitazione alla professione di avvocato, i provvedimenti della Commissione esaminatrice che rilevano l'inidoneità delle prove scritte e non li ammettono all'esame orale, «vanno di per sé considerati adeguatamente motivati anche quando si fondano su voti numerici, attribuiti in base ai criteri da essa predeterminati, senza necessità di ulteriori spiegazioni e chiarimenti, valendo comunque il voto a garantire la trasparenza della valutazione». Lo ha stabilito l'Adunanza Plenaria del Consiglio di Stato con ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?