Amministrativo

Appalti, anche l'impresa ausiliaria interdetta per mafia è sostituibile prima della stipula del contratto

di Francesco Clemente

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

Anche se speciali, le norme con interesse comune del Codice appalti (ex Dlgs 163/2006) possono essere applicate per analogia o a fortiori su casi non previsti, perciò la deroga che consente, prima della stipula del contratto, di sostituire la consorziata o mandante in rti colpita da interdittiva antimafia può valere, a certe condizioni, anche per l'ausiliaria che «non è parte del contratto e presta solo una garanzia». L'ha chiarito il Consiglio di Stato - sentenza 1883/2016, Quinta sezione, 12 ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?