RIPARAZIONI «VIZIATE», SI PUÒ SOSPENDERE IL PAGAMENTO

LA DOMANDA Abito in un condominio con 11 appartamenti, che si sviluppano in due colonne su cinque piani, con attico centrale. Dovendo procedere a riparazioni per vizi e danni di precedenti opere, vorrei sapere se:a) è obbligo dell’amministratore consegnare ai condòmini contratto e capitolato del nuovo appalto;b) gli interventi e i relativi costi devono essere approvati e sostenuti per colonna, in base al relativo stato di ripartizione, con saldo a collaudo d’opera approvato con lo stesso metodo;c) in caso di vizi anche delle riparazioni, il blocco dei pagamenti dev'essere concomitante alla contestazione ad amministratore, direttore lavori e appaltatore, pretendendone l’eliminazione senza oneri, con riserva di risarcimento per danni.

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?