INCARICHI PROFESSIONALI E OPERE INTELLETTUALI

LA DOMANDA Sono un privato, non operante nel settore dell'edilizia, che sta realizzando quattro unità abitative, con demolizione da cielo a terra del vecchio edificio esistente. Nel realizzare questo progetto mi sono avvalso della collaborazione di un ingegnere a cui ho affidato il compito di direttore dei lavori e della sicurezza.Ho intrapreso questo progetto nel 2010, anche in virtù del rapporto di amicizia con l'ingegnere, senza stipulare all'epoca un vero e proprio contratto. Oggi la situazione è però cambiata, e dopo una serie di errori professionali e problemi di tipo personale, ho deciso - con giusta causa - di revocare l'incarico all'ingegnere. Questi mi dice che non è ora possibile affidare l'incarico a un architetto da me scelto quale nuovo direttore dei lavori, poiché vi è un progetto che è opera intellettuale e che non può essere ceduto ad altri: dunque non posso cambiare direttore. Come devo comportarmi in questa situazione, anche dal punto di vista economico?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?