AMMINISTRATORE REVOCABILE PER OMESSA CONVOCAZIONE

LA DOMANDA L'amministratore condominiale non ha ancora convocato l'assemblea ordinaria relativa all'anno 2016. Poiché gode del consenso di quasi tutti i condòmini, intende convocarla dopo il periodo feriale, violando in questo modo quanto stabilisce la riforma del condominio. Poiché non sono d'accordo su questo rinvio, come non ero d'accordo sui ripetuti rinvii annuali che venivano fatti quando non era ancora in vigore la riforma del condominio, chiedo se questo ritardo può costituire valido motivo di richiesta di revoca dell'amministratore e, in caso di risposta affermativa, qual è la via da seguire. Chiedo, soprattutto, se è necessario l'intervento di un legale, perché tale spesa mi risulterebbe difficile da sostenere.

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?