LASTRICI PRIVATI, DAGLI ONERI ESCLUSE LE UNITÀ «SCOPERTE»

LA DOMANDA In un regolamento condominiale, con contratto trascritto in conservatoria, è previsto che «la ripartizione e ricostruzione del terrazzo saranno regolate a norma delle disposizioni comminate dall’art. 1126 libro III del cod. civ. e cioè: un terzo della spesa a carico dei suddetti (i proprietari di tre unità anche sottostanti al lastrico e aventi uso esclusivo, nda) e gli altri due terzi a carico di tutti i condòmini dell’edificio (compresi i suddetti) in proporzione al piano e alle porzioni di piano ciascuno». Deve contribuire anche chi non è sottostante alla parte di terrazzo oggetto d'intervento? Può sostenersi che la norma non è chiara e dunque è disapplicabile?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?