AMMINISTRATORE PUBBLICO SLEGATO DALLA PA VIGILANTE

LA DOMANDA L'articolo 11, comma 8, del Dlgs 175/2016 prevede che gli amministratori di società pubblica non possano essere dipendenti delle Pa controllanti o vigilanti. Questa previsione appare contraria a quella introdotta con precedenti provvedimenti (per tutti, il Dl 95/2012, convertito nella legge 135/2012) e sembra discostarsi dal principio costituzionale della ragionevolezza e idonea causa normativa. Tuttavia, dato il particolare momento legato all'introduzione della riforma ex Dlgs 175/2016, e l'attesa emanazione di correttivi per gestire la transizione massimizzando la natura di società strumentale (essenziale per mantenere la partecipazione), ci si chiede se non sia possibile ricorrere comunque alla nomina di dipendenti dell'ente socio, purché con carica gratuita.La soluzione ipotizzata troverebbe conforto, in via analogica, nei principi previsti per l'affidamento di incarichi e cariche a soggetti in quiescenza, come esplicitato nella circolare 4/2015 della Funzione pubblica.

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?