COME CAPITALIZZARE I COSTI DI UN PROGETTO

LA DOMANDA Una società opera da 30 anni in un settore e nel 2014 ha iniziato un'attività parallela. Nel 2016 ha deciso di procedere a una verifica del proprio sistema produttivo, stipulando una convenzione con una società che opera a livello europeo, specializzata nell’esecuzione di lavori di razionalizzazione.Il progetto, che è stato completato, prevedeva:a) la definizione delle funzioni, attribuzioni, responsabilità da delegare, e di mezzi di coordinamento tali da permettere un funzionamento del reparto produttivo e un controllo delle deleghe;b) la concezione ed installazione di “tableaux de bord" gestionali che consentono di ottenere, extra-contabilmente, le informazioni necessarie per prendere decisioni rapide sulla conduzione dell’impresa nelle aree della gestione generale, finanziaria, commerciale, produttiva e risorse umane;c) l’installazione di un metodo di controllo budgetario degli apporti di margine di contribuzione e di analisi periodica degli scostamenti.È stato realizzato, a conclusione, anche un software specifico. Il progetto ha comportato la presenza in azienda per sei mesi di personale qualificato, assistito dagli amministratori e da dipendenti aziendali.Considerato che il progetto ha comportato una spesa non indifferente( circa 60.000 euro) chiedo l'opinione dell'esperto in merito alla possibilità di capitalizzare questi costi e ammortizzarli in un periodo di cinque anni, nonché di accedere al credito per le spese di ricerca e sviluppo.

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?