I BALCONI NON RIENTRANO NELLA MAPPA CATASTALE

LA DOMANDA Ho presentato un Docfa (documenti catasto fabbricati) su un immobile e nella relazione ho scritto che la variazione era dovuta a un ampliamento per sopraelevazione, autorizzato con licenza edilizia del 1966. Il Docfa è stato respinto perché dei balconi aggettano sulla pubblica via. Ho ripresentato il Docfa, che è stato nuovamente respinto, con la seguente motivazione: «Si ribadisce motivo precedente rifiuto. Anche la via pubblica è da intendersi come proprietà altrui». Ho obbiettato che i balconi sono stati autorizzati con licenza edilizia rilasciata dal sindaco e che, pertanto, in materia è competente soltanto il Comune, essendo l'accatastamento soltanto un fatto fiscale e che nessuna legge, norma, circolare lo vieta. Chi ha ragione? Come posso fare per risolvere il problema?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?