BOX, NESSUN CONTRIBUTO PER L'AREA DI MANOVRA

LA DOMANDA Nei due cortili del mio condominio ci sono 33 posti auto "liberi" (nel senso che sono attribuiti in modo non esclusivo ad altrettanti appartamenti) e 21 posti "vincolati" (nel senso che sono antistanti o prospicienti ad altrettanti box) e, quindi, di uso "esclusivo" dei detentori dei box, che li utilizzano come loro area di manovra per accedere al locale. Non essendo occupabili da nessun altro condomino, i proprietari dei box o li lasciano vuoti o li utilizzano per il parcheggio di una loro seconda auto.Per i posti liberi si pagano 40 euro all'anno e per quelli vincolati 20 euro. Ciò mi sembra ingiusto, perché i proprietari hanno acquistato il box, ma non anche la porzione del cortile condominiale, e perché già godono del privilegio di un uso esclusivo di tali spazi: quindi, a mio avviso, dovrebbero pagare quanto gli altri o anche di più. Peraltro, se i box, invece di aprirsi sul cortile condominiale, si aprissero sulla pubblica via, non dovrebbero munirsi - a titolo oneroso - di un passo carrabile?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?