RIMANENZE IN INVENTARIO, LIBERO IL DETTAGLIO DEI DATI

LA DOMANDA L'articolo 15 del Dpr 600/1973 dispone che «l'inventario deve indicare la consistenza dei beni raggruppati in categorie omogenee per natura e valore e il valore attribuito a ciascun gruppo. Ove dall'inventario non si rilevino gli elementi che costituiscono ciascun gruppo e la loro ubicazione, devono essere tenute a disposizione dell'ufficio delle imposte le distinte che sono servite per la compilazione dell'inventario». Per quanto riguarda le giacenze di magazzino, è ammissibile riportare sul libro inventari unicamente la distinzione tra materie prime/sussidiarie/di consumo/merci, così come risulta da bilancio, senza alcun ulteriore raggruppamento, conservando separatamente il dettaglio per singolo bene delle giacenze, che altrimenti occuperebbe un rilevante numero di pagine del libro?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?