TUBI ESTERNI «PROTETTI» CON L'APPORTO DI TUTTI

LA DOMANDA A seguito di un furto in un appartamento del condominio dove abito, per il quale i ladri avevano utilizzato i canali esterni di deflusso delle acque piovane, l’assemblea condominiale, a maggioranza, con il voto contrario dei condòmini del piano terra e di un condomino del primo piano, ha disposto la copertura di tali canali con dei profilati di metallo.È ovvio che da tale lavoro traggono vantaggio i condomini che hanno gli appartamenti dal primo piano in su (per l’accesso illecito ai balconi del piano terra non è necessario utilizzare i canali di deflusso delle acque), ma, trattandosi di modifiche fatte su parte degli impianti condominiali (appunto, i canali di deflusso delle acque pluviali, utilizzati da tutti i condòmini, indipendentemente dal piano dell’appartamento), mi chiedo se è legittimo che i condòmini del piano terra non partecipino alla spesa appellandosi all’articolo 1123 del Codice civile.

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?