MATERNITÀ OBBLIGATORIA: IL CALCOLO DALLA NASCITA

LA DOMANDA Per una dipendente in maternità, la data prevista del parto era 31 dicembre 1995, mentre il parto è avvenuto effettivamente il 12 dicembre. In base alla data di previsione del parto, la maternità obbligatoria ha coperto il periodo che va dal 1° novembre 2015 al 31 marzo 2016. Poiché, poi, la dipendente svolge sul lavoro mansioni pericolose e faticose, la Dtl (Direzione territoriale del lavoro) ha esteso la maternità a sette mesi dopo il parto. A questo punto, la maternità obbligatoria doveve cessare quando il bambino ha compiuto sette mesi (nel caso indicato, il 12 luglio 2016) oppure i sette mesi decorrevano dalla data di previsione del parto (con cessazione del periodo il 31 luglio)?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?