PRINCIPIO DI COMPETENZA PER PROVVIGIONI E ACCESSORI

LA DOMANDA Il mio quesito è relativo alla contabilizzazione in bilancio delle provvigioni passive e degli altri costi accessori. A mio parere, i costi delle provvigioni passive e di tutti i costi accessori (Enasarco, Firr, fondo indennità suppletiva clientela) devono essere imputati in bilancio in base al principio di competenza e, quindi, in relazione ai ricavi di vendita dei beni oggetto del contratto di agenzia. Le cose stanno effettivamente così?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?